domenica 31 dicembre 2006



IL VERDETTO
(The verdict,USA 1982)
DI SIDNEY LUMET
Con PAUL NEWMAN, Charlotte Rampling, James Mason, Jack Warden.
DRAMMATICO
"Non esistono altre cause. C'è questa causa!" La vicenda di Frank Galvin, avvocato alcoolizzato sulla china del fallimento professionale ed esistenziale ha un'impennata quando nell'uomo si riaccende la scintilla dell'idealismo antico che gli fece scegliere quella professione. Quasi senza musiche, ben sviluppando una sceneggiatura splendida di David Mamet, desunta dal romanzo di Barry Reed, Sidney Lumet realizza qui uno dei suoi film più belli e sentiti, una lezione morale asciutta ma anche commovente, sul tema dell' Ingiustizia, ma anche sulla coscienza di se stessi. Paul Newman è magistrale, con un impressionante ritratto di un uomo che ritrova la propria dignità appassionandosi a un caso che lo salva dall'abiezione, un insieme da applauso di amarezza, rabbia, incertezza e ostinazione: discutibile la scelta di non dargli l'Oscar, per il quale fu candidato anche per questa prova. Ottimi anche gli attori di contorno : la fedifraga ma lacerata dai sensi di colpa Charlotte Rampling, il burbero Jack Warden, il maligno James Mason. Da non perdere l'arringa finale di Galvin-Newman : un monologo toccante sul bisogno di Giustizia da mandare a memoria.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

La enfermera Kaitlin Costello no quiso falsificar el parte de ingreso de la victima

filomeno2006 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Forja de hombres, con Spencer Tracy